Blockchain — Perché la Svizzera è Un Must

La Crypto Vally e un chiaro quadro regolamentare, fanno della Svizzera il Paese ideale dove sviluppare il tuo progetto Blockchain. Segui gli Unicorni.

Da alcuni anni il mondo della blockchain ha piantato solide radici in Svizzera, un Paese che ha saputo crearsi la reputazione, riconosciuta a livello internazionele, di Blockchain Nation.

Ueli Mauer, Presidente della Confederazione elvetica dal 1. gennaio 2019, ha dichiarato che modifiche “chiare e rapide” all’apparato normativo andranno ad incrementare ulteriormente il prestigio della Svizzera quale Blockchain Hub.

La Svizzera non solo sostiene e promuove progetti blockchain domestici, essa abbraccia con entusiasmo l’arrivo di tutti coloro che desiderano trovare un territorio amico dove dar vita a nuovi progetti.

Secondo il Report Crypto Valley’s Top 50 H1 2019, le 50 più importanti società blockchain presenti nella Crypto Valley, hanno raddoppiato le proprie valutazioni durante i primi sei mesi del 2019, da USD 20Mia a USD 40 Mia.

L’ecosistema include più di 800 società attive nella blockchain e nelle criptovalute con più di 4000 professionisti.

6 Unicorni

Solo nel Canton Zugo sono presenti ben sei Unicorni.

L’Unicorno è una società il cui valore di mercato supera USD 1 Mia.

Questo fatto non rappresenta certo una coincidenza.

L’industria della blockchain si sta sviluppando in svariate aree di attività, vari protocolli sono allo studio e nell’ecosistema le banche “crypto” stanno crescendo competenze e personale, le soluzioni per la custodia di asset digitali stanno incassando notevoli flussi di denaro derivanti da investitori istituzionali.

Ciò che sta accadendo nell’ambito bancario-finanziario svizzero, lascia intuire che nuove soluzioni sono pronte per essere implementate.

È infatti notizia di fine agosto che FINMA, l’autorità svizzera di vigilanza sui mercati finanziari, ha concesso due licenze bancarie e di commercianti di valori mobiliari a due nuove “banche cripto”.

SEBA e Sygnum hanno ottenuto l’autorizzazione ad operare nel nuovo mondo degli asset digitali, un’assoluta pietra miliare per questa industria emergente.

Allo stesso tempo, l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha emanato la Comunicazione FINMA sulla vigilanza: lotta sistematica contro il riciclaggio di denaro nel settore blockchain. Il documento informa sull’applicazione, improntata al principio della neutralità tecnologica, delle norme attualmente in vigore per il traffico dei pagamenti nella blockchain. In linea di principio gli istituti assoggettati alla vigilanza della FINMA possono inviare criptovalute o altri token solo a wallet esterni dei loro clienti, già identificati e solo da questi accettare criptovalute o token.

Private Banking e Consulenza Finanziaria

Il Private Banking e tutta l’attività che gravita attorno al mondo della Consulenza Finanziaria sono aree di business molto consolidate in Svizzera. Esse si trovano però confrontante ad un cambiamento epocale.

La competitività a livello internazionale continua ad aumentare ed i clienti devono riporre un sempre più elevato grado di fiducia nelle istituzioni alle quali affidano i propri beni. Per questo motivo Banche, Gestori Patrimoniali ed Istituzioni Finanziare in genere, sono obbligate a lavorare in modo sempre più professionale e sicuro per trattenere e sviluppare la propria clientela.

Gli Intermediari Finanziari devono selezionale le migliori soluzioni tecnologiche che permettano loro di lavorare in modo ancora più efficace, offrendo alla propria clientela una riduzione dell’impatto derivante da alti costi amministrativi e nel contempo offrire servizi di accresciuta qualità.

Custodi di Crypto Asset

La rilevanza dei Crypto Asset e la necessità di custodirli in modo sicuro, hanno creato notevoli opportunità di business per i custodi di Crypto Asset basati in Svizzera, come pure per gli stessi fornitori della tecnologia.

Ad esempio, Xapo GmbH è fra i primi e più importanti custodi di Crypto Assets in Svizzera, il cui giro d’affari è molto rilevante. Al momento circolano rumors circa la possibilità che Xapo sia target di un’eventuale acquisizione da parte di Fidelity, una delle maggiori società di servizi finanziari al mondo. Lo scorso gennaio, Xapo ha emanato un comunicato stampa molto importante: il trasferimento strategico del centro operativo da Hong Kong alla Svizzera per via del migliore e più chiaro quadro normativo.

L’espansione dell’industria blockchain e delle criptovalute nella Crypto Valley ed in Svizzera sono spinte fortemente da un solido apparato regolatorio e consolidate fondamenta delle aziende che vi fanno business.

La Crypto Valley, che comprende Svizzera e Liechtenstein, conta più di 800 società attive nel mondo blockchain e cripto e da impiego ad oltre 4000 professionisti.

I Cantoni che compongono la Crypto Valley

Zugo, Zurigo, Ginevra, Ticino, Liechtenstein e Vaud.

Con più del 50% delle società registrate (oltre 400) e sei Unicorni, il Canton Zugo rappresenta il cuore della Crypto Valley.

Il Canton Zurigo conta 138 aziende, Ginevra 45, Ticino 43 e Vaud 26. Il vicino Liechtenstein registra 42 fra aziende blockchain e cripto.

Come dicevo, fra Svizzera e Liechtenstein, il settore della blockchain da lavoro a più di 4000 persone (CVVC-The Crypto Valley’s Top 50 -H1 2019).

Security Token Offering (STO)

La società Smart Valor, basata a Zugo è un exchange per security token ossia investimenti alternativi per i quali vengono combinati brokerage e custodia. È stata lanciata la possibilità di effettuare trading su ether (ETH) e bitcoin (BTC) contro le quattro principali monete fiat: dollaro, euro, franco svizzero, sterlina inglese. Smart Valor è la prima piattaforma integrata di trading e custodia, in Svizzera.

Blockchain Pubblica Permissionless

Come sapete, sono una purista della blockchain, perciò mi fa piacere menzionare un fiore all’occhiello presente nel mio Cantone, il Ticino.

Si tratta della Fondazione Quadrans che da oltre un anno svolge la sua attività, senza scopo di lucro, a Mendrisio.

La fondazione offre la vera tecnologia blockchain (pubblica, permissionless) in open source. La sua missione è sostenere la ricerca, l’educazione e la divulgazione della tecnologia mantenendola aperta, pubblica ed efficiente. La Fondazione persegue i propri obiettivi sostenendo progetti che possono essere di grande interesse per la comunità.

Libra — Facebook

Da ultimo, non può mancare un accenno a Libra, la moneta digitale di Facebook di cui tanto si sente parlare.

Lo sapevate che la società si chiamaLibra Networks ed è basata a Ginevra?

Libra potrà ricevere la luce verde in Svizzera solo previa autorizzazione da parte dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Ad affermare ciò è stata la stessa FINMA che, l’11 settembre scorso, ha fornito le prime indicazioni relative agli aspetti giuridici del progetto di Facebook.

In un comunicato l’autorità ha confermato di aver ricevuto una richiesta da parte di Libra Association, pure con sede a Ginevra, riguardante l’inquadramento della questione dal punto di vista della legislazione attualmente vigente in Svizzera.

In conclusione

La Svizzera è indubbiamente il posto dove esserci per fare business nel mondo della blockchain.

Non solo perché ci sono degli Unicorni.

La stabilità della moneta, del governo, dell’apparato normativo, la buona reputazione, le buone condizioni burocratiche ed amministrative, le competenze, il multilinguismo, disponibili sul territorio fanno di questo Paese un luogo molto favorevole dove dar vita e far crescere nuovi progetti blockchain.

Autore: Marina Bottinelli

Lascia un commento

X

Newletter - La Rivista