Cinema: La terra è piatta

Una sera in un bistrot di Parigi, due giovani s’incontrano per caso. Jean fatica a socializzare in una città troppo grande per lui, Antoine sassofonista brillante e provocatorio, riesce a far uscire Jean dalla sua apatia. Tra loro si stringe una forte amicizia, frenetica come la vita da giovani adulti, girata e montata al ritmo incessante di una metropoli.

La vita li separa. Tre anni dopo Jean si trova in una realtà divisa tra coppia e lavoro. Disilluso dal suo stesso conformismo, parte alla ricerca dell’amico perduto.

Una storia, a tratti personale e universale, su quello che significa essere un giovane al giorno doggi, in un mondo senza veri punti di riferimento.”

Raccontando la vita della sua generazione attraverso l’amicizia di Jean e Antoine, due giovani confrontati alle sfide della vita e alla crescita personale in una Parigi palpitante, il registacostruisce, con uno sguardo luminoso e acuto, un resoconto di vita quotidiana intenso e intimo. La macchina da presa si sofferma, in maniera umana ed esistenziale, su personaggi alla ricerca di un loro posto nel mondo, tra bisogni e desideri, paure e frustrazioni.

Matteo Carrega Bertolini ha presentato il suo film alle Giornate di Soletta 2019, e ha anche vinto il premio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani SNCCI per il miglior film a Nuove Impronte 2019.

Un film di Matteo Carrega Bertolini

Lascia un commento

X

Newletter - La Rivista