E dopo gli ‘ influencer ’ ecco gli ‘ influser ’

” Perché studiare o lavorare duramente quando potevo fare l’influencer? “

Ok, forse non tutti si sono posti questa domanda. Scontato: sono molto quelli a cui farebbe gola postare un proprio contenuto mediatico avendo la possibilità di farsi immortalare con indosso diversi brand e avere un seguito tale da ricevere un compenso monetario. Ma siccome il mondo social è inlfazionato ormai di questi individui, i quali millantando un più o meno ampio seguito, di pubblico hanno la capacità di influenzare i comportamenti di acquisto dei consumatori, perché non andare oltre puntando a diventare allora degli influser?

Comunemente definiti “anticipatori di tendenze” o, per dirla in gergo social, “early adopter“, termine introdotto già nel 1962 dal sociologo americano Everett M. Rogers, gli influser determinano le tendenze d’acquisto di domani prevedendole molto prima degli altri. Si tratta di utenti in grado di intuire e condividere innovazione e originalità e che sono quindi preziosissimi per aziende e brand.

Una ricerca Doxa, effettuata per conto della società Influse, che ha coniato il termine partendo proprio dalle analisi del sociologo Rogers, ha cercato di tracciarne un vero e proprio identikit. Buone notizie allora per chi aspira a prendere parte a questa community poiché, per essere innovatori e anticipatori di tendenze, l’età non conta come neppure le condizioni socio-economiche e l’appartenenza geografica.

Lascia un commento

X

Newletter - La Rivista