Il mercato immobiliare svizzero segna nuovi record

Il mercato immobiliare svizzero continua a segnare nuovi record: alla fine del primo trimestre i prezzi delle case unifamiliari hanno toccato un nuovo massimo storico. Nuovo primato anche per gli annunci di vendita degli appartamenti. Parallelamente aumentano però anche i locali sfitti. Lo rende noto uno studio pubblicato dalla banca Raiffeisen.

In una nota, Raiffeisen precisa che, rispetto alla media degli ultimi tre anni, nei primi tre mesi del 2019 il numero degli annunci di vendita di appartamenti in proprietà è aumentato del 25%.

L’offerta di case unifamiliari rimane invece limitata: nei centri densamente popolati della Svizzera, a causa della scarsità di terreni edificabili a prezzi abbordabili, da anni non si costruiscono quasi più case unifamiliari.

Negli ultimi due anni le concessioni edilizie per questo tipo di abitazioni sono calate del 25%, spiega Martin Neff, economista capo di Raiffeisen, citato nella nota. Conseguenza: un ulteriore aumento dei prezzi.

A causa del rallentamento della congiuntura e a una crescita demografica che continua a rimanere al di sotto della media di lungo periodo sono risultati in calo anche l’edilizia residenziale e i relativi fatturati nel settore edile. Per questo motivo anche quest’anno – per la nona volta consecutiva – dovrebbe aumentare ulteriormente il numero dei locali sfitti.

Lascia un commento

X

Newletter - La Rivista