Locarno Festival: I film di Venerdì 16 agosto

HISTOIRE(S) DU CINÉMA: Unknown Pleasures

La Cinémathèque suisse presenta

Teatro Kursaal ore 14:00

Le Grand Soir (The Big Night)

Svizzera – 1976, 98′

Regia di Francis Reusser con Niels Arestrup, Jacqueline Parent, Arnold Walter

Le Grand Soir (The Big Night)

A Losanna, Léon è diventato sorvegliante dopo aver svolto vari mestieri per la Confederazione, emblema di quella società dei consumi che detesta. Un po’ per caso, entra a far parte di un gruppo di militanti di estrema sinistra.

Cineasta impegnato che ha «fatto» il Maggio ’68 a Ginevra, ha firmato film militanti e ha realizzato il polemico Vive la mort (presentato alla prima Quinzaine des Réalisateurs nel 1969), con Le Grand Soir Francis Reusser torna sui suoi anni di militanza e alla forma di disillusione che li ha seguiti. La rivoluzione tanto attesa non avrà luogo, e i rivoluzionari di ieri si sono imborghesiti. Pardo d’oro a Locarno nel 1976.

(Frédéric Maire)

*Versione restaurata dalla Cinémathèque suisse con il sostegno di RTS, la collaborazione di Renato Berta e Francis Reusser, ai laboratori Omnimago (Wiesbaden) e Colorgrade (Ginevra).


HISTOIRE(S) DU CINÉMA: Pardo d’onore Manor John Waters

PalaCinema ore 14:30

Female Trouble

Stati Uniti – 1974, 89′

Regia di John Waters con Divine, David Lochary, Mary Vivian Pearce

Female Trouble

Dopo che i genitori rifiutano di regalarle un paio di scarpe con i tacchi alti per Natale, un’irosa adolescente, Dawn Davenport (Divine), si lancia in una scandalosa avventura con l’obiettivo di diventare la più grande celebrità del crimine.

Waters per antonomasia – un classico all’interno della sua abietta filmografia. Girato senza particolare attenzione, traboccante di umorismo amorale e di bassa lega, così come di dediche appassionate ad assassini famosi, con un cast di attori dilettanti esagitati che abbaiano le loro battute e sprofondano regolarmente nel fango. Un film perfetto.

(Christopher Small)

*Trasferimento digitale in 4K restaurato da Criterion sotto la supervisione di John Waters. Questo film contiene scene che potrebbero colpire la sensibilità di alcuni spettatori. Non adatto ai minori di 18 anni: controllo dei documenti all’ingresso.


PIAZZA GRANDE

Ore 21:30

Adoration

Belgio, Francia, 2019, 98′

Regia di Fabrice du Welz con Thomas Gioria, Fantine Harduin, Benoît Poelvoorde

Adoration

Il dodicenne Paul vive con sua madre nell’istituto dove lei lavora come infermiera. Quando incontra Gloria, decide di fuggire con lei.

Adoration è l’epopea di due bambini che realizzano un sogno di libertà e amore che potrebbe essere stato anche il nostro. L’attore, Thomas Gioria, è sconvolgente nelle vesti del santo, una sorta di idiota di Dostoevskij. Pervaso di compassione e dolcezza, trae forza dalla sua grande fragilità. Fantine Harduin, scoperta nell’ultimo film di Haneke, Happy End, riesce nella difficile impresa di alternare stati emotivi di incredibile forza.

(Mathilde Henrot)

Lascia un commento

X

Newletter - La Rivista