Politici e istituzioni riuniti per parlare di Blockchain

Lugano: Grande affluenza per l’evento sulla nuova “catena della fiducia”

Mercoledì 16 gennaio, presso gli spazi del centro culturale LAC di Lugano, si è tenuto l’evento “Blockchain: La nuova catena della fiducia”, organizzato dalla Camera di Commercio Italiana per la Svizzera, in collaborazione con Noku e con il patrocinio della Banca dello Stato del Cantone Ticino.

————–
Leggi anche: Svizzera: per la blockchain nel settore finanziario non è necessaria una nuova regolamentazione
————————————————————-

L’evento, che ha visto una notevole affluenza di istituzioni, politici e professionisti del settore finanziario, aveva il duplice obiettivo di rendere più chiare le caratteristiche che rendono la Blockchain innovativa e di spiegarne le potenzialità, approfondendo come questa tecnologia sta rivoluzionando i rapporti tra cittadino ed istituzioni.

La serata ha avuto inizio con la presentazione degli ospiti di Marina Bottinelli, promotrice dell’evento, che ha invitato ad intervenire Roberto Gorini, CEO di Noku, il quale ha fornito una panoramica sulle proprietà quali trasparenza, inviolabilità e immutabilità, parte fondante della natura dei protocolli blockchain più utilizzati.

Il fondatore di Noku ha poi aggiunto un giudizio sulle potenzialità future della Blockchain, che potrà favorire, per la sua stessa natura, una decentralizzazione dei poteri e un appiattimento dei modelli sociali fortemente piramidali nei quali viviamo oggi.

Gorini ha concluso l’intervento con una serie di esempi reali dell’applicazione della Blockchain: dai sistemi di voto, passando per il catasto, la notarizzazione e per i sistemi di anticontraffazione legati al cibo, ai capi d’abbigliamento e ai titoli di studio.

A seguire è intervenuto Franco Citterio, Presidente di Ticino For Finance, che ha approfondito le tematiche legate alla regolamentazione delle aziende che si occupano di Blockchain in territorio Svizzero, affrontando argomenti di grande attualità come quelli legati alle numerose start-up che scelgono di finanziare il proprio progetto mediante ICO (Initial Coin Offering).
Per concludere l’evento, la parola è passata all’ultimo ospite della serata: Andrea Cioffi, Senatore della Repubblica Italiana e Sottosegretario del Ministero per lo Sviluppo Economico.
Cioffi ha offerto, come rappresentante del governo italiano, una panoramica sui piani di sviluppo ed investimento nel settore dell’innovazione tecnologia, con particolare attenzione a Blockchain e intelligenza artificiale, mettendo in evidenza i punti in comune e quelli di contrasto rispetto a interventi simili portati avanti dai paesi in prima linea a livello tecnologico quali Cina e Stati Uniti.

Lascia un commento

X

Newletter - La Rivista